Contenuto principale

Esaltante esperienza di alternanza scuola-lavoro per uno studente del liceo Ariosto-Spallanzani:  Nicolò Catalani 4F scientifico ha partecipato ad uno stage di robotica al Cern di Ginevra

Ecco qualche immagine e la descrizione dell'avventura nelle sue parole. 

Questi pochi giorni di esperienza di stage all'interno del prestigioso laboratorio del CERN di Ginevra, il cuore pulsante della ricerca europea e internazionale nel campo della fisica delle particelle, sono stati un'entusiasmante esperienza formativa, soprattutto in vista del percorso universitario che ho intenzione di intraprendere. Grazie alle visite alle varie strutture e ai laboratori inerenti agli esperimenti condotti tramite l'acceleratore LHC e alle attività pratiche nel laboratorio di robotica, ho avuto modo di respirare personalmente l'atmosfera carica di ambizione e passione che muove ognuno dei numerosi ricercatori dediti al progresso della scienza.

La lezione più significativa che questa esperienza ha avuto modo di trasmettermi è senza dubbio l'importanza del dubbio scientifico: nonostante le attuali teorie fisiche abbiano raggiunto un livello di descrizione del mondo capace di una precisione sconcertante, tutti gli imponenti sforzi delle apparecchiature e degli scienziati all'interno del CERN sono volti al superamento di tali teorie, cercando di trovarne i punti deboli e le criticità, in modo da gettare luce su ciò che ancora non siamo in grado di discernere.Solo mantenendo un atteggiamento critico costruttivo e mettendo in dubbio tutto ciò che viene ormai ritenuto la "conoscenza ufficiale" sarà possibile garantire il progresso scientifico, penetrando la complessità del reale, inesorabile monito a indagare ciò che risiede più lontano e più nel profondo.Lezione, questa, che spero di non dimenticare.

Nicolò Catalani